il cammino

NUMERO 31 (253 - anno XI) - 19 LUGLIO 2011



LA COMPAGNIA DEI CAMMINANTI PER LA PACE

TUTTI ALLA MARCIA DELLA PACE!
"Ho partecipato anch'io a marce per la pace negli anni della guerra fredda. Se le gambe mi reggessero lo farei ancora. Lo farei ancora perché? Ma perché so che... se tutti i cittadini del mondo partecipassero ad una marcia per la pace, la guerra sarebbe destinata a scomparire dalla faccia della terra". (Norberto Bobbio)
Il 25 settembre la marcia della pace Perugia-Assisi compie 50 anni. Per questo anniversario, per celebrare quella marcia che fu organizzata nel 1961 da Aldo Capitini, con al fianco persone come Norberto Bobbio e Italo Calvino, marcia che non sarà solo un anniversario, ma sarà un nuovo grido, un nuovo momento in cui tante persone diranno la loro dal basso, vogliamo esserci anche noi. La proposta viene da una socia della Compagnia dei Cammini, che propone "visto che tanti di noi andranno, perchè non andarci in gruppo, perchè non organizziamo qualcosa tutti insieme?". In fondo la marcia della pace è una camminata, rientra nei nostri doveri sociali. E allora apriamo una pagina aperta ai commenti sul nostro sito, dove si scrivano liberamente tutte le idee, decidiamo come partecipare, abbiamo bandiere e striscioni, certo, ma se possiamo fare qualcosa di più, per animare la festa, per divulgare il valore del camminare come strumento di pace, per comunicare al mondo che la pace si raggiunge partendo dalla propria pace interiore, e che ogni passo genera pace, può essere che si cammini di più, e quindi ci sia più pace.
Insomma, diventiamo per questa occasione "Compagnia dei camminanti per la pace", e ritroviamoci tutti a Perugia!
Partenza da Perugia ore 9. Ecco la pagina dove potete lasciare proposte e suggerimenti, e lasciare la vostra adesione dicendo "io ci sarò!": www.compagniadeicammini.it/it/resource/news/tutti-alla-marcia-della-pace/
Abbiamo caricato anche un paio di video interessanti, è una pagina a disposizione di tutti.
 

PENSIERI VIANDANTI
"Ieri si camminava in un tempo ciclico; oggi si corre in uno lineare. Domani?"  (G. Bonazzi)
 

RACCONTI D'ESTATE: SYMPATHY FOR THE DEVIL
Un racconto che ci ha inviato Germano Contestabile da Celano (AQ), ottimo come lettura estiva:
"Camminando sul marmo viscido della piazza, Pierpaolo sembra aver realizzato d'improvviso il motivo per cui, per andare in montagna ci si alzi di prima mattina: la sveglia alle sei, anche nei rari giorni in cui si potrebbe restare a letto a poltrire, funziona da disincentivo per gli smidollati che hanno trascorso la notte a sbicchierare in giro fino all'alba... e mettono fuori i piedi dal letto solo dopo mezzogiorno con in faccia le pieghe del cuscino e gli occhi appiccicati dal collagene dei bagordi notturni. Eppure ad appena 25 anni fa parte anch'egli di quella schiera di anime prave che vagano "from disco to disco" nella movida cittadina, ma lui, al contrario di tutti gli altri, pur non rinunciando agli eccessi del sabato sera, si lascia persuadere, tutte le domeniche mattina, dal richiamo endemico dello stato brado...
continua qui: http://www.compagniadeicammini.it/it/resource/blog/WebmasterCdC/sympathy-for-the-devil/
 
 

DAVIDE SAPIENZA INTERVISTA LUCA GIANOTTI
Sul portale Alpinia intervista dello scrittore Davide Sapienza a Luca Gianotti. Un estratto:
Davide: Dopo i primi sei mesi, la Compagnia dei Cammini, la tua nuova esperienza, cosa ti ha insegnato rispetto all'esperienza precedente? E la rete di tante associazioni simili, a che punto è?
Luca: Dopo l'esperienza della Boscaglia, che per anni è stata all'avanguardia nel settore, sembrava difficile fare meglio. Ma la Compagnia dei Cammini ha alzato il tiro, si è passati dal voler organizzare viaggi a piedi di qualità, al cercare di fare cultura del camminare. Come ha scritto pochi giorni fa Tuttolibri (l'inserto letterario de La Stampa), "organizzazioni come la Compagnia dei Cammini sono forse la spia di una nuova Italia": questo per noi è importante, ci stiamo credendo veramente; ma i camminatori, come spesso accade alle persone di pace e di buona volontà, non sono ascoltati a sufficienza, ancora non viene riconosciuto il gesto politico del camminare.
Costruire una rete non è facile. Ma ci stiamo provando. Il movimento dei camminatori si allarga, tanti non camminatori scoprono questo mondo anche come gesto di sfida, come gesto politico, come gli scrittori che pochi giorni fa si sono messi in cammino per ricucire l'Italia. Noi cerchiamo di tessere reti tra tutti questi, anche grazie alla nostra newsletter, che è uno strumento fantastico perché ha molte migliaia di lettori.
Tutta l'intervista: http://www.alpinia.net/editoria/recensioni/rec_scheda.php?azione=view&id=1484
 

SCIAMANAGER
E' già da alcuni anni che si va diffondendo la pratica di proporre corsi (li chiamano training) per manager con iniziative all'aperto (le chiamano outdoor), o corsi di sopravvivenza (survival) dove mettere alla prova il manager in situazioni difficili. Il camminare diventa in quel caso strumento per aiutare l'impresa a produrre meglio.
Il libro di Massimo Borgatti "Sciamanager" rientra in questo genere. Mettendo insieme due culture, quella occidentale manageriale e quella degli sciamani toltechi, diffusa nel mondo da Carlos Castaneda. Sciamanager introduce i manager a concetti come energia, potere personale, Nagual, guerriero che lotta per essere impeccabile. L'applicazione del sapere sciamano ai manager è la parte interessante del lavoro di Borgatti, mentre altri capitoli sono molto tecnici, dedicati a specialisti del settore, e fatti di diagrammi e tabelle, ma a noi camminatori può interessare il fatto che un intero capitolo è dedicato al camminare come tecnica di consapevolezza e crescita personale.
Potete vedere il video di presentazione del libro: http://youtu.be/dXGh4oFQeqo
Questo libro, che analizza la figura del leader, mi ha subito riportato alla memoria un libro di tanti anni fa, "Il Tao della leadership" di John Heider. Per chi scrive un libro molto importante per impostare il proprio lavoro di guida. Heider parte dal testo del Tao, scritto nel V secolo avanti Cristo per i capi militari, e lo adatta a conduttori di gruppi di qualsiasi genere, educatori, psicoterapeuti, guide, e anche capi aziendali. E funziona, l'insegnamento del Tao, di essere leader poco presenti, che non mettono se stessi ma il gruppo al centro, è fondamentale. Entrambi questi libri dimostrano come l'uomo occidentale moderno ha tanto da apprendere dalle culture lontane dalal nostra, che molte volte erano già arrivate dove noi siamo adesso, molti anni prima.
Massimo Borgatti "Sciamanager", Edizioni Punto d'Incontro, 2011, 19 euro
 

I VIAGGI DI AGOSTO
I viaggi a piedi di Agosto della Compagnia dei Cammini sono quasi tutti completi, e questa è una bella notizia! Ci sono ancora posti solo sui viaggi In Alto Atlante (Marocco), nel quale la Compagnia dei Cammini ha ribassato il prezzo per favorire i nostri amici marocchini, e l'alpe Devero, una settimana di camminate tranquille, ma in un ambiente di alta montagna, dormendo in un rifugio all'Alpe, dove le automobili non arrivano, una settimana di pace, natura e cammino!
 

VIAGGI A PIEDI COMPAGNIA DEI CAMMINI: DISPONIBILITA' POSTI AL 18 LUGLIO

23-30 Luglio:   VIENI NEL PAESE DEGLI ORSI (ABRUZZO) *** guida Cesidio Pandolfi 8 posti vedi scheda
4-15 Agosto:    CORSICA SUD IN LIBERTA' (FRANCIA) **** guida Luca Gianotti completo
6-14 Agosto:    IL TOUBKAL: ALTO ATLANTE (MAROCCO) *** guida Said Zarrouk 8 posti vedi scheda prezzo ribassato!
7-13 Agosto:    TRAVERSATA TRE VALLI (VAL D'AOSTA) *** guida Claudio Ansaloni completo vedi scheda
17-28 Agosto:   IL CAMMINO DI SANTIAGO, CON ATTORE *** guida Alberto Conte completo vedi scheda
20-27 Agosto:   CAPRI A VENTO E A PIEDI: VELATREK ** guida Claudio Ansaloni completo vedi scheda
20-27 Agosto:   DEVERO, UNA SETTIMANA IN RIFUGIO * guida Luca Maria Nucci 8 posti vedi scheda
20-27 Agosto:   CAMMINANDO SULLE ISOLE EOLIE (SICILIA) ** guida Nanni Di Falco completo vedi scheda
28 Ago-4 Sett:  CAMMINANDO SULLE ISOLE EOLIE SECONDO GRUPPO (SICILIA) ** guida Nanni Di Falco completo vedi scheda
28 Ago-3 Sett:  LA VIA FRANCIGENA TOSCO-EMILIANA ** guida Roberta Ferraris 5 posti vedi scheda
4-10 Settembre:  DALLE GOLE DEL TODRA' AL SAGHRO (MAROCCO) ** guida Said Zarrouk 13 posti vedi scheda
10-17 Settembre: IN CAMMINO SULLE ISOLE EGADI (SICILIA) * guida Nanni Di Falco 8 posti vedi scheda
10-18 Settembre: VIAGGIO NELL'ABRUZZO INTERIORE (ABRUZZO) ** guida Alberto Liberati 14 posti vedi scheda
16-25 Settembre: SARDEGNA SELVAGGIA E CONSAPEVOLE (SARDEGNA) ** viaggio Deep Walking guida Luca Gianotti 8 posti vedi scheda
25 Settembre:    MARCIA PER LA PACE PERUGIA-ASSISI (24 km.) guida "Compagnia dei camminanti per la pace" 1000 POSTI vedi scheda
 

ARTICOLI SUL DEEP WALKING
Si parla di Deep Walking sul web, vi segnaliamo uno speciale sul cammino profondo su Tiscali, e un articolo di presentazione su YesLife.
 
 

*** Appuntamenti nella natura e nel naturale ***
 

SAPONI NATURALI AL GRAN SASSO
Sabato 23 e domenica 24 luglio si terrà a Barisciano (AQ), presso l'orto botanico San Colombo, un corso per la preparazione di saponi naturali organizzato dal Centro Ricerche floristiche dell'Appennino. Sotto la guida di una esperto di saponi naturali e di un botanico del Parco si imparerà a produrre saponi con ingredienti derivati da piante medicinali e cosmetiche del Parco del Gran Sasso: calendula, iperico, zafferano, elicriso, rosa selvatica, uva montepulciano, miele. Costo del corso 60 euro, corso + soggiorno con vitto e alloggio 180 euro. Info: Daniela Tinti 339 3773303.
 

RITIRO DI CONSAPEVOLEZZA A POMAIA
Dal 19 al 27 agosto all'Istituto Lama Tzong Khapa di Pomaia (PI) ritiro di consapevolezza condotto da Helga e Karl Riedl, nello stile della scuola di Thich Nhat Hanh. Si intitola "Guarda ogni cosa con gli occhi dell'amore".
Praticando insieme in questi giorni scopriamo e coltiviamo in noi la fonte dell'amore e della compassione. Stabilmente radicati nella pratica continua della consapevolezza, siamo coscienti di ciò che avviene in noi e intorno a noi. Guidati dalle meditazioni e dagli insegnamenti di Dharma, impariamo a innaffiare in noi i semi delle formazioni mentali salutari, mettendoci così in condizione di rivolgere i nostri pensieri, parole e azioni anche al benessere degli altri, abbracciandoli con comprensione e gentilezza amorevole.
Inizio e fine: il ritiro avrà inizio dal pomeriggio di venerdì 19 agosto con la registrazione dei partecipanti e si concluderà con il pranzo di sabato 27 agosto.
Info: http://attivita.iltk.org/it/attivita/calendario/ritito-di-consapevolezza-guarda-ogni-cosa-con-gli-occhi-dell%E2%80%99amore
 

SCUOLA DI DECRESCITA IN FRIULI VENEZIA GIULIA
L'Associazione per la Decrescita organizza da sette anni una scuola estiva residenziale sui temi della decrescita, affiancando alla riflessione teorica momenti di conoscenza/sperimentazione di buone pratiche, in un contesto nel quale la convivialità e la
partecipazione sono strettamente intrecciate con l'apprendimento teorico e pratico.
Quest'anno alcune realtà territoriali dell'Associazione ripropongono l'iniziativa nelle proprie aree di intervento, mantenendo l'approccio teorico/pratico. In Friuli Venezia Giulia il nodo regionale dell'Associazione per la Decrescita, che fra l'altro ha dato vita alla RESFVG - Rete di economia solidale, organizza un corso di formazione residenziale dal 13 al 18 settembre 2011, d'intesa con l'Amministrazione Frazionale di Pesariis, iscrivendo l'iniziativa fra gli eventi preparatori della III Conferenza Internazionale della Decrescita che si terrà nel settembre 2012 a Venezia. Il corso sarà ospitato nei locali della Amministrazione Frazionaria della proprietà collettiva di Pesariis, uno splendido borgo antico a pochi chilometri da Tolmezzo, nel cuore delle Alpi Carniche.
Programma completo: www.decrescita.it
Info: n.carestiato@gmail.com
 

LEGGERE CON LENTEZZA (AL BAR)
Anche quest'anno L'Arte del Vivere con Lentezza Onlus vi invita a partecipare a Leggevamo Quattro Libri al Bar - Lettori Cercasi, festival diffuso della lettura a voce alta; un'occasione per raccontare e raccontarsi attraverso un libro, riassaporando la voglia di stare insieme nei bar (e non solo) delle nostre città, da sempre luoghi di incontro di uomini e culture. Giunta alla sua quinta edizione stiamo ricevendo adesioni anche da ospedali, case di riposo, asili, scuole, case editrici, uffici, luoghi di lavoro... durante l'anno sono anche partite delle letture nelle case circondariali.
Mettete in campo la vostra creatività: dal 19 al 25 settembre 2011 organizzate nella vostra città uno o più incontri di lettura a voce alta, proponendo brani dei libri che vi hanno fatto pensare, sognare o che avete scritto, offrendo la possibilità alle persone di incontrasi, di conoscersi e di svelarsi attraverso la letteratura. Riscopriremo così il valore sociale delle botteghe e dei luoghi di lavoro e il valore delle piccole azioni di aggregazione sociale che conducono a grandi cambiamenti!!!
La forza dell'iniziativa è nella Rete e nelle vostre idee: dalle 30 adesioni dell'edizione 2007, le proposte si sono moltiplicate, creando angoli di città affettuose perché basate sulla coesione sociale fatta di piccole cose, via libera dunque alla fantasia!!! Tutte le iniziative saranno riportate sul sito www.vivereconlentezza.it
 
 

NOTIZIE DAL MAROCCO
Ait Boughmas è un delizioso villaggio berbero a poca distanza da Azilal, capoluogo dell'omonima provincia del Medio Atlante, dove, sulle pendici montuose, grandi carrubi si affermano col diradarsi, a mano a mano che si sale, degli olivi per poi lasciare posto a vette più brulle, in contrasto col verde smagliante dei noceti a fondovalle, dove scorre l'ouad.
Il tempo in questi luoghi si è fermato - se si fa eccezione per elementi di modernità rappresentati da qualche fuoristrada molto vissuto, alcune antenne satellitari, oggetti di plastica e capi d'abbigliamento d'importazione esposti nei minuscoli negozi lungo la strada - ed è naturale interrogarsi su quanto possano ancora sopravvivere questo mondo e questo stile di vita.
Per il resto, infatti, i ritmi quotidiani sono ancora dettati dai lavori agricoli: i campi sono fertili, la terra è scura e l'acqua abbondante; vi si coltivano cereali, in particolare un grano duro dallo stelo esile e dalle spighe piccole, di scarsa produttività, da cui si ricava una farina giallastra e il pane più gustoso e delicato che mi sia mai capitato di assaggiare in Marocco, patate, ortaggi e alberi da frutto. Muli e asini sono ancora il principale mezzo di trasporto e le sole "macchine agricole" utilizzate per tutte le necessità legate all'agricoltura ed alla pastorizia.
Inevitabilmente il cemento e i moderni laterizi si stanno facendo spazio, soppiantando i materiali della tradizione: pietre, fango e paglia che tuttavia vengono ancora utilizzati, soprattutto nella costruzione dei tetti che svolgono una straordinaria funzione di isolamento termico, sia rispetto al caldo estivo che al freddo invernale.
Oggi un gruppo molto numeroso di uomini, forse appartenenti allo stesso clan familiare, ha unito le proprie forze per abbattere e trasportare grandi tronchi d'albero che verranno utilizzati come travi portanti nell'ampliamento di una casa. E' un lavoro faticosissimo che compiono interamente a forza di braccia.
In paese ci sono diverse "maison" attrezzate per l'accoglienza turistica; infatti, malgrado la località sia poco nota agli stranieri, essa è molto frequentata dai marocchini che in estate trovano qui tranquillità e refrigerio.
Mangiamo benissimo: piatti della tradizione realizzati ingredienti prodotti dalla famiglia ospitante. Alloggiamo in locali lindi che profumano di sapone di Marsiglia, con cestini di deliziose, piccole rose essiccate ad ogni finestra e l'onnipresente aroma della menta.
Salutando a malincuore le grandi cicogne e i loro goffi pulcini saltellanti nei nidi, ripartiamo alla volta del grande lago Bin el Ouidane che fornisce corrente idroelettrica a tutto il Paese, cedendone parte anche alla vicina Algeria.
Il "barrage" è titanico e inquietante, visto da sotto, ma il lago è bello, circondato da colline di terra rossa colonizzate da enormi cespugli di succulente che si alternano agli olivi e, più in alto, ai lecci.
E poi via a cercare la misteriosa "Cattedrale". Un viaggio che sarebbe comodissimo disponendo di un fuoristrada diventa problematico con la nostra vecchia Polo e 16 km di pista sterrata ci sembrano una gran distanza.
Ma infine eccola: la cattedrale è una montagna di nuda roccia che, a ben vedere, per colore e severità può suggerire una grande Notre Dame naturale. Ormai è sera, si mangia e si riposa bene nella "Gite d'étape la Cathèdrale(ovviamente)": Un rifugio ben organizzato, con la montagna sullo sfondo e un impetuoso ouad, frequantato da appassionati di canoa, che scorre a fianco.
Il rifugio si trova a 1.200 mt di quota, la montagna è 1.600 mt. e si sale in vetta senza difficoltà, con una passeggiata di 2 ore.
Questa località ci incuriosisce molto e ci riproponiamo di tornare, con più tempo a disposizione, per esplorarla meglio perché le guide locali ci informano che da qui, con un giorno di cammino è possibile raggiungere le sorgenti della Draa, mentre con una marcia di 15 giorni si può raggiungere Ouarzazte.
La "ricerca delle origini" di questo fiume stupefacente e per alcuni aspetti misterioso ci affascina e la mettiamo con entusiasmo nel cassetto dei progetti, mentre io già penso alla prossima meta: il Toubkal ad agosto. Nei giorni che mancano alla partenza, preparando lo zaino, mi piacerebbe raccontarvi le mie precedenti esperienze su quel 4.167 mt non particolarmente difficile, ma davvero indimenticabile.
Un forte abbraccio. Marina
 

*** lettere ***

Ti ringrazio perche' questa vs newsletter e' l'unica che leggo... veramente.
Con un 'attenzione che parte dal cuore!
Grazie!
Marcello
 

IL VIDEO FINALE
In dialetto modenese "turnèr mai indrèe" significa "non tornare mai indietro". Questo dei Modena City Ramblers è un altro inno perfetto per noi camminatori, è una canzone novità, bravi i Modena!

Modena City Ramblers - Camminare
 
 
 

La Compagnia dei Cammini è su Facebook all'indirizzo www.facebook.com/compagniadeicammini.
Ricordiamo anche gli altri recapiti:
web: www.cammini.eu
mail: info@cammini.eu
telefono segreteria (Feltre - BL) Maurizio Russo 0439 026029
(da lunedì a venerdì, ore 9.00 - 13.00 e 14.00 - 18.00)

Direzione, redazione e copyleft: Luca Gianotti Con il contributo di: Gianluca Bonazzi e Marina
--------------------------------------------------------------------------------
 
A norma del D.Lgs 196/2003 abbiamo reperito la tua e-mail direttamente da un messaggio che ci avevi precedentemente inviato, su tua esplicita comunicazione, navigando in rete o da un messaggio che ha reso pubblico il tuo indirizzo di posta elettronica. Questo messaggio non può essere considerato spam poiché include la possibilità di essere rimosso da ulteriori invii di posta elettronica. Qualora non intendessi ricevere ulteriori comunicazioni, ti preghiamo di inviare una e-mail a luca@camminoprofondo.it con in oggetto il messaggio: "Mi si espunga"; oppure è possibile cancellarsi da soli seguendo le istruzioni dal link qui sotto. Grazie.

Per iscriversi o cancellarsi dalla nostra newsletter:
www.deepwalking.org/cammino/subscribe.htm

Gli archivi del CamminareInforma e del Cammino li trovate qui:
http://www.deepwalking.org/ilcammino.php

PER SCRIVERCI
luca@camminoprofondo.it


AMICI:

Compagnia dei Cammini Scarpa Flora

 

il Movimento Lento Cammino profondo CamminaCreta

 

Ediciclo editore Casale le Crete Pace