il cammino

NUMERO 42 (264 - anno XI) - 28 Dicembre 2011


TU SARAI UN UOMO, FIGLIO MIO
Nei giorni scorsi ho camminato in Salento, da Otranto a Santa Maria di Leuca lungo la costa. Lungo le tracce di sentiero vicine al mare si trovano spesso mucchietti di abiti, jeans, magliette, mutande, calze. Stile uniforme, globalizzato. Un fazzoletto tipico delle donne dell'Est è l'unico indizio un po' chiaro di cosa si tratta. Sono anni che osservo il fenomeno, sono i vestiti dei migranti che sbarcano dai gommoni. Probabilmente bagnati, si cambiano d'abito e lasciano i vestiti per cambiare pelle. Nella notte, rinascere a nuova vita. Almeno nella loro speranza. I migranti sono camminatori (e nuotatori) per forza. Ma tanto li lega ai camminatori per scelta. Il mio augurio per il nuovo anno è che vengano tempi di pace sociale, che gli italiani si sveglino al nuovo anno meno razzisti. Sempre in Salento ho fatto l'autostop, insieme alla mia famiglia, e ci ha caricato un uomo belga, che parlava un italiano stentato. Ma aveva voglia di raccontarsi. Era lì perché cercava il legame con la sua terra antica, i genitori erano salentini, emigrati nel dopo guerra alla ricerca di lavoro. Che ovviamente era il lavoro più duro di quell'epoca, quello che i belgi non volevano fare perché pericoloso e insalubre, in miniera. Quanti italiani sono morti per crolli o per silicosi! Ma - dice l'uomo belga, il cui padre è ammalato di silicosi - almeno in Belgio gli italiani erano pagati sempre regolarmente, inferiori sì, ma non fregati.
Molti italiani hanno la memoria corta, si sono dimenticati che solo pochi anni fa eravamo noi le vittime della povertà e dell'emigrazione. Aiutiamo chi ha poca memoria! L'augurio per il 2012 è dunque che i camminatori siano avanguardia di pace e di uguaglianza, svegliamo l'Italia che dorme il sonno dell'ingiustizia, è ora di cambiare!
 

SE RIESCI A MANTENERE LA CALMA...
E allora, riprendendo il discorso dell'editoriale, facciamo che questo numero del Cammino sia dedicato al futuro, attraverso la poesia. Ai nostri figli, che possano essere migliori. Ecco una poesia di Kipling, che di recente il gruppo rock Muvrini ha messo in musica in lingua corsa e francese. Chi vi scrive è un grande appassionato della musica dei Muvrini, al punto da voler portare in Italia attenzione verso una musica conosciuta in tutta Europa e poco conosciuta da noi. Ho creato un sito internet sui Muvrini, sulla Corsica, e sulla bellezza di camminare su questa bella isola. Vi invito a visitarlo, e a collaborare, a diventare amici dei Muvrini, cerco appassionati come me!
Ma torniamo ai nostri figli...

Rudyard Kipling  "Se"

Se riesci a non perdere la testa
quando tutti intorno a te la perdono e ti mettono sotto accusa;
Se riesci ad aver fiducia in te stesso, quando tutti dubitano di te
ma a tenere nel giusto conto il loro dubitare;

Se riesci ad aspettare senza stancarti di aspettare
o essendo calunniato, a non rispondere con calunnie
o essendo odiato non abbandonarti all'odio
pur non mostrandoti troppo buono
né parlando troppo da saggio;

Se riesci a sognare senza fare dei sogni i tuoi padroni
Se riesci a pensare senza fare dei pensieri il tuo fine;
Se riesci, incontrando il successo e la sconfitta
a trattare questi due impostori allo stesso modo;

Se riesci a sopportare di sentire le verità che tu hai detto,
distorte da furfanti che ne fanno trappole per sciocchi;
o vedere le cose per le quali tu hai dato la vita, distrutte
e umilmente ricostruirle con i tuoi strumenti ormai logori

Se riesci a fare un solo fagotto delle tue fortune,
e rischiarle in un sol colpo a testa o croce
e perdere, e ricominciare daccapo
senza mai dire una parola su quello che hai perduto.

Se riesci a costringere il tuo cuore, i tuoi nervi, i tuoi polsi
A sorreggerti, anche quando non te li senti più,
e a resistere quando in te non c'è più niente
tranne la tua volontà che ripete: "Resisti!"

Se riesci a parlare alle folle senza perdere la tua onestà,
o a passeggiare con i Re senza perdere il senso comune;
Se tanto amici che nemici non possono ferirti,
Se tutti gli uomini per te contano, ma nessuno troppo;

Se riesci a colmare l'inesorabile minuto
Dando valore a ognuno dei sessanta secondi,

Tua è la Terra e tutto ciò che è in essa
e... quel che più conta...
tu sarai un Uomo, figlio mio!

(Lettera al figlio, 1910)
 

A proposito di futuro, e di figli, dedichiamo la poesia "Se" di Kipling in particolare a Elena e Maurizio, è nato pochi giorni fa il piccolo Giulio, pochi giorni prima di Natale. Maurizio Russo è una delle colonne portanti della Compagnia dei Cammini, e Elena è una grande camminatrice, che tante volte ha aiutato la Compagnia. A nome di tutta la Compagnia dedichiamo loro anche le prime righe di una bella canzone popolare abruzzese "La luna si fermò di camminare":

Quande nasciste tu nacque un bel fiore
la luna si fermò di camminare
le stelle si cambiarono di colore...
 
 

BENI COMUNI
Da soli non ce la facciamo.
Uniamo le forze.
Comunichiamo.
Diamo agli altri, se vogliamo avere.
Scambiamo favori.
Condividiamo beni comuni.

Delusi e arrabbiati?
Cosa vogliamo fare, arrenderci?
E darla vinta a chi
si arricchisce sulla nostra vita?
No. Tira aria di rivolta.
Stiamoci dentro.

L'umanità sofferente del mondo
chiede cambiamenti.
La nostra Anima
urla di cambiare.

Torniamo a lottare.
Gli uni al fianco degli altri.
Con la speranza di una vita migliore.
Proviamo a non subire più,
a determinare il nostro destino.

La felicità è fatta di cose semplici.
Una sana convivialità,
un buon amico,
concederci all'amore.

Non chiudiamoci in noi stessi.
Non ammaliamoci.
Assieme possiamo farcela.
TENIAMOCI PER MANO
E LA PAURA SVANIRA'.

Guido Ulula alla Luna
 
 

LA MUSICA DELLA NEVE SECONDO SAPIENZA
Davide Sapienza ha pubblicato un nuovo piccolo libro, "La musica della neve", proseguendo la sua ricerca letteraria in forma di scrittura tra poesia e suggestione interiore. Sapienza ama la natura, e ama la neve. E' un elemento in cui sa immergersi con il corpo e con lo spirito. Se volete capire di cosa si tratta, credo la cosa migliore sia leggere un estratto, dedicato al whiteout, tratto dalla rivista Doppiozero.
Ecco ora una breve intervista a Davide Sapienza, per parlarvi un po' del suo libro, vi ricordiamo che lo scrittore Davide Sapienza accompagnerà nel 2012 un viaggio con la Compagnia dei Cammini, con la quale è legato da amicizia e collaborazione, sarà un viaggio in Val d'Ultimo, UltenTal, dal 7 all'11 ottobre, per farsi guidare da Sapienza ad ascoltare cosa i larici, le acque limpide e gli animali avranno da dire. Perché Davide fa così: entra in relazione con la natura per ascoltarne i racconti.
Ediciclo Editore e la casa editrice francese Transboréal hanno siglato una partnership per diffondere nel mercato editoriale italiano la collana "Piccola filosofia di viaggio", gli altri titoli pubblicati sono traduzioni dal francese, i primi già in libreria sono "Il richiamo della strada", "L'euforia delle cime" e "Il mormorio delle dune". Di questi vi recensiremo prossimamente.
Per finire, se qualcuno vuole, Sapienza e il suo amico fotografo Andrea Aschedamini vi fanno dono di un calendario con foto e parole dedicate alla neve, lo potete scaricare qui.
Davide Sapienza "La musica della neve. Piccole variazioni sulla materia bianca", Ediciclo 2011, 9 euro
 

VIAGGI A PIEDI COMPAGNIA DEI CAMMINI: DISPONIBILITA' POSTI AL 28 DICEMBRE
12-19 Febbraio:  LA MAGICA VALLE DEL DRAA (MAROCCO) ** guida Said Zarrouk 6 posti vedi scheda
18-25 Febbraio:  SICANI, LA SICILIA PIU' NASCOSTA E VERA * guida Nanni Di Falco 9 posti vedi scheda
4-10 Marzo:  LA NOSTRA VIA ROMEA DA VITERBO A ROMA: CONCERTO IN CAMMINO ** guida Luca Gianotti, suoni di Ori 11 posti vedi scheda
14-18 Marzo:  CAPRI L'ISOLA DELLE SIRENE (CAMPANIA) * guida Alberto Liberati 14 posti vedi scheda
17-24 Marzo:  DA LUCCA A SIENA PER LA VIA FRANCIGENA * guida Roberta Ferraris 8 posti vedi scheda
17-25 Marzo:  PRIMAVERA ALLO ZINGARO (SICILIA) ** guida Nanni Di Falco 14 posti vedi scheda
 

INFORMAZIONI SUI PROSSIMI VIAGGI A PIEDI
Due informazioni per chi vuole partire con i viaggi della Compagnia dei Cammini. La prima è che sul sito www.cammini.eu sono da pochi giorni disponibili i programmi dettagliati di tutti i viaggi dei primi sei mesi del 2012, fino a giugno, a quelli successivi stiamo lavorando.
Vi ricordiamo poi il consiglio che ci viene dai nostri amici marocchini: se volete scoprire il deserto e la valle del Draa, una delle stagioni ideali è febbraio, perché vede il deserto è in una stagione ideale, coi dromedarietti appena nati e un ottimo clima, ma soprattutto perché si spende pochissimo per il volo (50/60 euro). Le richieste stanno arrivando veloci, il gruppo si completerà presto, quindi affrettatevi!
 

*** Appuntamenti nella natura e nel naturale ***

CORSO DI ANTROPOSOFIA
Dal 19 al 22 gennaio presso l'azienda biodinamica Cascine Orsine di Zelata di Bereguardo (Pavia) si terrà un interessante corso teorico e pratico dedicato all'antroposofia steineriana, dal titolo "Il mistero della terra - Il cantico di Francesco e i nuovi impulsi per il futuro dell'umanità". L'ospite più importante è il medico svizzero Peter Selg.
Costo del corso, compreso la tessera associativa dell'Associazione biodinamica, e il vitto e l'alloggio, 330 euro se si dorme in camere a più letti. Ecco il programma dettagliato
 

CORSI ALLA CASA DEL MOVIMENTO LENTO
"Diventare esploratori, imparare a perdersi e ritrovarsi sulla Terra" è il titolo del seminario che Franco Michieli terrà a Roppolo (BI), alla Casa del Movimento Lento, dal 10 al 12 Febbraio 2012. Un grande geografo ed esploratore ci aiuta a riscoprire le facoltà umane di orientamento, e gli infiniti elementi naturali che permettono a uomini e animali di viaggiare sulla terra, nell'acqua e nell'aria senza bisogno di strumenti artificiali, ritrovandosi sempre.
Per saperne di più potete guardare il videoracconto del seminario "Diventare Esploratori" tenutosi a maggio 2011, e leggere la scheda del corso. Corso successivo alla Casa del Movimento Lento: dal 24 al 26 febbraio corso di base per l'uso del GPS lungo i sentieri.
 
 

*** lettere ***

io non credo alle coincidenze, Questa sera torno a casa dopo una giornata pesante e non sono di buon umore. nella cassetta delle poste vedo una busta abbastanza spessa. no, la bolletta del metano! le bollette in questa città, da dopo il terremoto sono bussole impazzite..invece no: è il catalogo in cartaceo della compagnia dei cammini. salgo soppesando la busta tra le mani, una bella sorpresa al temine di una brutta giornata. in casa accendo il computer, controllo la posta e trovo una mail di serena gaudino che ho incontrato per l'iniziativa cammina cammina e poi la vostra mail. sono sicura che è un segnale, devo mettermi in cammino... grazie
Miriam

Grazie per gli spunti. Amo camminare tanto quanto il silenzio che fa nascere in me la contemplazione che da tutto cio scaturisce. Un abbraccio a tutti ovunque siate soli o in compagnia.
Manuela

Carissimi tutti,
vi seguo sempre con grande attenzione e colgo ogni tanto i vostri suggerimenti di letture, riflessioni & altro.
è da un po' che per motivi miei personali non riesco a concedermi un viaggio come desidero ed allora ogni tanto mi rifugio in quella grande e preziosa risorsa naturale rappresentata dal nostro Carso (abito a Trieste) oppure mi incammino alla ricerca e scoperta di angoli meno noti della mia città e cerco così di soddisfare la mia necessità di cammino, di riflessione interiore, di contemplazione.
non sempre mi basta, in questo periodo in particolare sento la necessità di staccare ma non mi è possibile ed allora mi/vi chiedo: è più semplice "camminare" in un viaggio, nel silenzio, nel Carso, seguendo il filo dei propri pensieri ma come farlo in mezzo all'inquinamento della città, nei luoghi di lavoro sempre più disumanizzanti, nei rapporti umani mordi&fuggi?
un grazie di cuore per il vostro esserci e un abbraccio a tutti!
Lavinia

Caro Guido Ulula alla Luna,
non ti conosco personalmente ma ogni volta che leggo i tuoi articoli mi si apre il cuore e la mia anima si nutre. Io sono una di quelle persone che fino a pochissimo tempo fa era una super pigra, amante dei libri, del cinema, del dolce dormire alla domenica mattina, poi all'inizio di quest'anno ho avuto uno sbalzo pressorio dovuto a un cambiamento lavorativo che mi ha creato un profondissimo stress ma soprattutto tanta rabbia. Il mio medico che è anche un omeopata mi ha ordinato immediatamente di andare a piedi e io ho iniziato ad andare a piedi a lavorare (un'ora tra andata e ritorno) e non ho più smesso. Peraltro il mio compagno invece, essendo un montanaro è uno che prima di parlare di cammino lo pratica, da sempre. E ora, alla domenica, invece di dormire, vado sempre a camminare con lui visto che ha la fortuna di abitare sotto l'altopiano di Asiago. W LA CAMMINOTERAPIA!
un abbraccio e che grazie per le tue parole che sono sempre così nutrienti
Beatrice counsellor sistemico-relazionale
 

DIVENTA SOCIO DELLA COMPAGNIA
La Compagnia dei Cammini vi invita ad associarvi per l'anno 2012, un piccolo gesto per sostenere l'impegno di valorizzare sempre di più il camminare nella società, per affermare sempre di più che il camminare non è attività di pura evasione, ma è atto politico, è un gesto rivoluzionario e controcorrente per riappropriarsi del proprio tempo, della propria salute, della propria libertà e un modo diverso per relazionarsi con gli altri e con il territorio, per creare un nuovo modello di sviluppo.
Il costo della tessera annuale è di 20 euro, e far parte della Compagnia significa non solo poter partecipare ai viaggi a piedi tra soci, ma anche sostenere il nostro lavoro culturale, sostenere la newsletter quindicinale "Il cammino", partecipare ai nostri eventi, festival, camminate evento gratuite, essere coperti dall'assicurazione sulle attività associative e poter godere di sconti e facilitazioni in negozi sportivi e strutture a noi convenzionate. Le convenzioni sono in via di definizione, adesso c'è solo un piccolo elenco provvisorio, ma stiamo trattando con negozi nelle maggiori città italiane, tra un mesetto avremo l'elenco completo.
 

IL VIDEO FINALE
Il 17 dicembre ci ha lasciati Cesaria Evora, la grande cantante che ha reso Capo Verde famoso nel mondo. Capo Verde, terra ideale per camminare, tra valli ripide e oceano, villaggi raggiungibili solo a piedi e abitanti pieni di cuore, ospitalità e allegra voglia di ballare e vivere il qui e ora. Organizzavamo viaggi a piedi in quelle terre, e speriamo di poterlo fare ancora. Per rendere omaggio alla cantante del morna e della sodade, ecco una sua recente canzone, deidicata alla leggerezza.

video Cesaria Evora: Ligereza


 

E' uscito il catalogo dei viaggi a piedi 2012 della Compagnia dei Cammini. Bello fresco, pieno di novità. E' un libretto di 88 pagine, piccolo formato tascabile, lo stiamo inviando gratuitamente a tutti i soci del 2011 e a tutti quelli che ce ne fanno richiesta.
Se volete scaricare il pdf di tutto il catalogo, andate a questa pagina.
Se invece volete ricevere la copia cartacea e tenervi il libretto sul comodino per sognare i prossimi cammini, basta scrivere il vostro indirizzo postale completo a info@cammini.eu (se siete soci 2011 non serve scrivere, lo riceverete comunque).
 

Direzione, redazione e copyleft: Luca Gianotti Con il contributo di: Stephane Wittenberg, Guido Ulula alla Luna
--------------------------------------------------------------------------------
 
A norma del D.Lgs 196/2003 abbiamo reperito la tua e-mail direttamente da un messaggio che ci avevi precedentemente inviato, su tua esplicita comunicazione, navigando in rete o da un messaggio che ha reso pubblico il tuo indirizzo di posta elettronica. Questo messaggio non può essere considerato spam poiché include la possibilità di essere rimosso da ulteriori invii di posta elettronica. Qualora non intendessi ricevere ulteriori comunicazioni, ti preghiamo di inviare una e-mail a luca@camminoprofondo.it con in oggetto il messaggio: "Mi si espunga"; oppure è possibile cancellarsi da soli seguendo le istruzioni dal link qui sotto. Grazie.

Per iscriversi o cancellarsi dalla nostra newsletter:
www.deepwalking.org/cammino/subscribe.htm

Gli archivi del CamminareInforma e del Cammino li trovate qui:
http://www.deepwalking.org/ilcammino.php

PER SCRIVERCI
luca@camminoprofondo.it


AMICI:

Compagnia dei Cammini Scarpa Flora

 

il Movimento Lento Venezia 2012: 3a conferenza internazionale su
            decrescita sostenibilità ecologica ed equità sociale

 

Casale le Crete Cammino profondo Ediciclo editore

 

CamminaCreta SOS EMERGENCY Aiutaci a
            non smettere Pace