NUMERO 15 (237) - 10 DICEMBRE 2010

SPECIALE LIBRI
Come ogni anno, qualche consiglio per i regali di Natale. Sappiamo che negli anni passati i nostri suggerimenti sono stati graditi, e così pochi giorni fa siamo andati alla Fiera della piccola editoria a Roma, per vedere che libri si possono regalare ad amici camminatori e amanti del naturale. Devo dire che sono rimasto piuttosto deluso, poche case editrici si occupano di camminare e grosse novità non sembrano essere uscite. Ma qualche consiglio spero interessante l'ho trovato. E poi ho incontrato Wu Ming 2, che mi ha rilasciato un'intervista in esclusiva per voi, che pubblicheremo sul prossimo numero.
Vi auguro un Buon Natale fatto di sobrietà, di ascolto e di cammino.
E se a qualcuno interessa un Capodanno dell'ultima ora, al Casale le Crete, sulle montagne d'Abruzzo, ci sono ancora alcuni posti disponibili, per passare 4 giorni di camminate tranquille (possibilmente nella neve), momenti di relax vicino al cammino, un veglione sobrio e vegetariano, e la voglia di rallentare, dal 28 dicembre (sera) all'1 gennaio: www.deepwalking.org/08_capodanno_abruzzo.php
 

IL DIZIONARIO PER PARLARE CON I CANI
Bella l'idea dell'editrice Larousse, tradotta in italiano da Sonda. Dopo il dizionario "Italiano/Gatto Gatto/Italiano" ecco il dizionario bilingue "Italiano/Cane Cane/Italiano". Scritto dal bravo etologo Roberto Marchesini. 150 parole per imparare a parlare "cane" correttamente. Perchè spesso tra cani e umani nascono incomprensioni, le lingue in effetti sono diverse e un dizionario aiuta molto. Perchè il cane abbaia? Per tanti motivi, e vuole dire tante cose diverse. Come insegnare al cane per esempio a non abbaiare in maniera forsennata? Non certo rimproverandolo, ma piuttosto ignorandolo. Lo sapevate che i cani non vanno salutati quando si parte, nè quando si torna? Perchè per loro è frustrante? Meglio ignorarli da un quarto d'ora prima di uscire, e uscire in sordina. E al ritorno, quando vi saltano addosso per far festa, essere freddini, e poi fargli le feste un po' più tardi, quando si sono calmati... Il dizionario è veramente utile, per poter costruire un rapporto di ascolto con il cane che vive con noi.
"Dizionario bilingue Italiano/Cane Cane/Italiano", Sonda edizioni, 2010, 14,90 euro
 

PER GLI AMICI CICLISTI SOLIDALI
La casa editrice Ediciclo ha chiesto a 31 tra scrittori, giornalisti e altri personaggi di raccontare la loro prima bicicletta. Tutti ricordano la loro prima bicicletta, un po' come il primo giorno di scuola o il primo bacio. Tra gli autori citiamo Margherita Hack, Gianni Mura, Emilio Rigatti, Paolo Rumiz, Davide Sapienza, Susanna Tamaro e Wu Ming 2, per nominarne alcuni. Ne escono raccontini inediti, la prima volta in cui si staccano i piedi da terra e un po' come volare, la conquista dell'indipendenza e della libertà.
Margherita Hack racconta dell'estate del 1940, in piena guerra, e di una sua lunga pedalata in cui capisce perchè i sellini delle bici da corsa sono stretti... Emilio Rigatti invece racconta della sua prima Atala blu e della ricerca del "lequilibrio", una cosa misteriosa senza la quale non si va in bici... Paolo Rumiz chiede di essere seppellito con la sua bici, come i mongoli con i loro cavalli... Wu Ming 2 racconta di come una bici da femmina, senza cambio e un po' arrugginita, può portarti più lontano di una vera bici da cross.
Un libretto perfetto per fare un piccolo regalo a un amico ciclista. Tra l'altro i diritti del libro sono donati dagli autori all'acquisto di biciclette che serviranno ad alcuni bambini per recarsi a scuola in Burkina Faso, un progetto della Comunità di Sant'Egidio.
AAVV, "La mia prima bicicletta", Ediciclo, 2010, 10 euro
 

PER CAMMINATORI COLTI AMANTI DEI PELLEGRINAGGI
Un libro-intervista a Paolo Caucci von Saucken, professore universitario specializzato sul pellegrinaggio compostellano e francigeno, fondatore del Centro studi compostellani e rettore della Confraternita di San Jacopo di Compostella. Intervistato dal sacerdote esperto di Santiago Paolo Asolan. Ogni capitolo parla di un cammino, si parte ovviamente da Santiago di Compostela, si parla poi della Francigena, della via per le Puglie e della via verso Gerusalemme, Caucci racconta in modo semplice, in questo dialogo con Asolan, la storia dei pellegrinaggi antichi e moderni, fino alla sua esperienza personale, di camminatore, hospitalero e studioso. Per camminatori colti, o semplicemente curiosi della storia dei cammini.
Paolo Caucci-Paolo Asolan "Cammini in Europa", Terre di Mezzo, 2009, 18 euro
 

PER CHI AMA LA GRANDE SCRITTURA DI JACK LONDON
Esce il 9 dicembre una nuova edizione di John Barleycorn di Jack London curata da Davide Sapienza, per l'editore Mattioli1885, che sta pubblicando vere e proprie chicche del grande scrittore.
"Il John Barleycorn di queste pagine è un vero e proprio personaggio che si incunea nella personalità, che spezza in due l'essere umano, che lo aiuta ad auto ingannarsi: una figura che appartiene alla vita di milioni di persone e non per forza sotto forma di dipendenza dall'alcol (la lobotomia della televisione odierna, è probabilmente il nostro John Barleycorn più insidioso che addormenta le coscienze e distrugge i sentimenti profondi). London scrisse John Barleycorn consapevole di dare scandalo, perché mai prima di allora uno scrittore così famoso aveva fatto un simile coming out nel nome del popolo, che nel libro egli definisce come la sua ultima illusione". [dalla prefazione di Davide Sapienza]
Jack London, "John Barleycorn. Memorie alcoliche", Mattioli1885, 15,90 euro
 

PER CHI AMA BRIZZI, O VUOL CAMMINARE LA FRANCIGENA
Enrico Brizzi, insieme a Marcello Fini, pubblica "I diari della Via Francigena", da Canterbury a Roma, cammino che Brizzi ha percorso nel 2006 e dal quale ha poi tratto il romanzo "Il Pellegrino dalle braccia d'inchiostro". Questi sono stralci dei diari di Brizzi, con appunti di viaggio e annotazioni storiche. Segue una parte di fotografie, e infine una guida pratica da Canterbury a Roma, molto succinta per la verità, ma che può dare un'idea di quali parti del cammino di 72 giorni potrebbe fare al caso vostro. Il libro si conclude, inaspettatamente (non lo sapevo!) con una lettera aperta al sottoscritto Luca Gianotti, in cui Brizzi racconta di come il percorso della Francigena sia molto diverso, alternando tratti piacevoli a tratti su asfalto: "Dov'era ragionevole camminare, abbiamo camminato a cuor leggero. Dove l'orrore ci stringeva d'assedio abbiamo stretto i denti o cambiato strada. In nessun caso - era la regola - abbiamo preso un autobus".
Conclude la sua lettera aperta: "Sono il primo a dire che, per far vivere di nuovo la Francigena, servono in molti tratti urgenti alternative pedonali, segnali, e una rete di ospitalità oggi in grado di supportare flussi minimi, ma snobbarla come "itinerario transeuropeo" perchè "troppo su asfalto" o peggio "troppo di moda", mi sembra un errore. Una Via non domanda altro che essere percorsa, e un Sogno di essere sognato fino in fondo".
E quindi, partiamo e sognamo!
Enrico Brizzi-Marcello Fini "I diari della Via Francigena", Ediciclo editore, 2010, 18,50 euro
 

PER CHI VUOLE RINASCERE CON IL CAMMINO
Un'altra novità di Terre di Mezzo è la biografia di Bernard Ollivier, famoso per aver camminato la Via della Seta, da Istambul alla Cina in 4000 chilometri, pubblicando alcuni libri che sono stati un successo internazionale. Ollivier racconta in questo libro di come si possa scoprirsi camminatori a sessant'anni, dopo essere andati in pensione. Che non è mai troppo tardi. E' la storia di un uomo che a sessant'anni si trova improvvisamente senza lavoro, e arriva la depressione. Decide allora di partire da casa per Santiago di Compostela, 3 mesi di cammino e 2300 chilometri, con un obiettivo: non solo camminare, ma costruire, cammin facendo, un programma per la pensione. e il programma è diventato proprio il camminare stesso! Poi Ollivier ha anche fondato un'associazione, "Seuil", che in collaborazione con i servizi di assistenza sociale fa scegliere a ragazzi sui quali pende la minaccia del carcere di scegliere in alternativa di partire per un lungo cammino a piedi (www.assoseuil.org). Ollivier invita a non arrendersi ("Chi non ha progetti è già morto"), a tutte le età possiamo costruire relazioni con esiti soprendenti.
Bernard Ollivier "Una strada per ricominciare", Terre di Mezzo, 2010, 12 euro
 

PER I CAMMINATORI-RACCOGLITORI
Un piccolo regalo, un pensiero, può essere il libretto "L'erba del vicino" di Elisa Nicoli. Sottotitolo: "manuale per la raccolta e l'uso conviviale di erbe e frutti selvatici", il libricino di cento pagine non è ovviamente esaustivo, ma è un'introduzione utile all'argomento, per camminatori novelli che vogliono curiosare tra le erbe lungo i sentieri. Nella seconda parte si raccontano anche brevi storie di persone esperte di raccolta, che hanno fatto scelte di vita controcorrente, e ci sono indirizzi di corsi e aziende agricole che lavorano prodotti spontanei.
Elisa Nicoli, "L'erba del vicino", Altreconomia edizioni, 5 euro
 

PER TECNO PELLEGRINI
Un regalo utile per i camminatori tecnologici, che non amano i libri. Per chi in cammino si porta cellulare, gps, fotocamera, e magari pure il palmare... ecco i caricabatterie solari a pannelli, leggeri, si trasportano arrotolati e si srotolano sullo zaino mentre si cammina. In questo portale ne esistono di due tipi, da 5W e da 7W: www.ilportaledelsole.it/pag_shopping.asp?level=2&levelsot=0008&vai=1&levelcat=0020
La Millet ha costruito anche un coprizaino apposito, che si mette come un coprizaino anti pioggia. Costa molto, però, 290 euro, e pesa 600 gr.: www.millet.fr/catalog/equipment/accessories-c-20/solar-cover-p-215-l-1.html
Esistono anche zainetti per escursioni giornaliere, dotati già di ricaricabatterie solari.
 

PENSIERI VIANDANTI
"Ogni cammino mette a nudo la realtà, senza sconti e né crediti al consumo." (G.Bonazzi)
 

*** Appuntamenti nella natura e nel naturale ***
 

BIODANZA CON MUSICA DAL VIVO DI ORI
Venerdì 17 dicembre a Milano, Spazio Mamiwata, via Savona 134, dalle 20.30 alle 23.00, "Giallo Verde Oro Muschio - la forza sostiene, il canto guarisce", sessione di Biodanza con Viviana Geron nella musica dal vivo di Maria VittOria Jedlowski in arte Ori.
Una sessione in cui gesto emozionato e musica dal vivo si incontreranno. Uno spazio in cui sensibilità musicale e sensibilità corporea e gestuale si moduleranno reciprocamente. La Danza influenzerà la Musica e la Musica si farà Danza.
Ingresso 22 euro (info www.danzailsogno.it, per partecipare telefonare o inviare una mail a viviana@biodanza.it, tel. 02 6151548 - cell. 347 1503829)
 

FESTA DEL DECENNALE DI KALURA
Domenica 19 dicembre festa del decennale di Kalura!!! Giornata di festa ed escursioni dedicata a tutti i camminatori siciliani... "avi reci anni ca caminamu e pari aieri...". Giornata all'insegna della festa... Appuntamento a Modica al piazzale Bruno alle 9,00. Escursione a Cava Ispca (lato Nord) e festa al rifugio Kalura. La giornata è aperta a tutti.
Per comunicare la vostra partecipazione alla festa è sufficiente mandare una mail a info@kalura.org o telefonare al numero 327-0069217.
 

ULTIM'ORA PER CAPODANNO IN ABRUZZO
Capodanno dell'ultima ora, al Casale le Crete, sulle montagne d'Abruzzo: ci sono ancora alcuni posti disponibili, per passare 4 giorni di camminate tranquille (possibilmente nella neve), momenti di relax vicino al cammino, un veglione sobrio e vegetariano, e la voglia di rallentare, dal 28 dicembre (sera) all'1 gennaio: www.deepwalking.org/08_capodanno_abruzzo.php
 

*** lettere ***

Caro Luca, ho seguito il tuo viaggio a Creta e mi è piaciuto lo spirito con il quale l'hai affrontato.
Ti vorrei ringraziare perchè anche grazie a te e alla Boscaglia ho iniziato a camminare e questo mi ha riempito la vita.
Ti faccio gli auguri per la tua nuova avventura.
Arrivederci sui sentieri della vita
Giovanni Ban.
***

Ciao Luca, grazie per le belle cose che scrivi....ci fai viaggiare con l'immaginazione!!!
Mi piacerebbe partecipare a qualche vostra camminata e ti chiedo, ci sono limiti di eta' ?
Le mie figlie (13 e 11 anni) potrebbero venire?
Grazie! Connie

Cara Connie, i nostri viaggi di solito sono riservati agli adulti, a parte alcuni pochi viaggi aperti a famiglie e bambini. Nel 2010 avevamo i viaggi Bimbotrek, pensati per bambini e famiglie, accompagnati dagli asinelli. Nel 2011 dobbiamo riorganizzare l'attività e non siamo riusciti a mettere in programma nessuno di questi viaggi. Ma nel 2012 li riproporremo.
***

Caro Luca,
col tuo viaggio a Creta hai dato molto coraggio a tante persone.
Continua così.
Un abbraccio, Gianni.
 

Redazione e copyleft: Luca Gianotti.
Con il contributo di: Gianluca Bonazzi
--------------------------------------------------------------------------------
 
Ricevi questa newsletter perché il tuo indirizzo si trova nella mailing list del Deep Walking-Cammimo profondo. Assicuriamo che i tuoi dati sono trattati con estrema riservatezza e non vengono divulgati. Le nostre informative sono comunicate individualmente anche se trattate con l'ausilio di spedizioni collettive. In ogni momento ti puoi cancellare dalla lista, adoperando l'apposita funzione qui di seguito, o chiedi di farlo noi per te, rispondendo a questa mail con: "MI SI ESPUNGA" e sarete espunti immediatamente con tante scuse.

Per iscriversi o cancellarsi dalla nostra newsletter:
www.deepwalking.org/cammino/subscribe.htm

Gli archivi del CamminareInforma e del Cammino li trovate qui:
http://www.deepwalking.org/ilcammino.php

PER SCRIVERCI
luca@camminoprofondo.it


AMICI:

Compagnia dei Cammini