NUMERO 4 (226) - 19 maggio 2010

*** benvenuti ***

In un'epoca in cui prevale la cultura del primeggiare, essere i migliori, differenziarsi, autocelebrarsi, voler essere vincenti a tutti i costi, anche con l'arroganza, sarebbe bello che valori opposti quali la modestia, la mitezza, l'umiltà trovassero un nuovo rinascimento.
Il camminare aiuta in questo.
Camminando siamo tutti uguali. Non ci sono migliori o peggiori. Quando si cammina insieme ad altri, poco importa se uno è dottore o disoccupato, poco importa la cultura, poco importa l'età, il sesso, se veniamo da qualche Sud o da qualche Nord, a che partito politico o associazione apparteniamo, il camminare è una livella, come diceva Totò.
Mentre camminiamo siamo tutti esseri viventi nel loro massimo splendore, splendidi esseri fatti di gioia e sofferenza, con le nostre bellezze e le nostre bruttezze.
Il camminare aiuta ad accettare l'altro per come è, senza volerlo trasformare.
Il camminare insieme ci toglie la voglia di primeggiare, e ci insegna la modestia del sentirsi un piccolo seme nella grande natura intorno a noi.
 

PENSIERI VIANDANTI
"Lasciati camminare dentro." (GB)
 

SENTIERI E SCARICABARILE
Due notizie simili: a Feltre, Belluno, il CAI ha segnalato nell'agosto 2009 alle autorità che 5 sentieri del loro territorio erano potenzialmente pericolosi per chi li percorreva. Subito l'amministrazione pubblica, per evitare responsabilità, ha chiuso questo 5 sentieri, con sanzioni oltre i 1000 euro per chi viene "beccato". Sentieri esposti, certo, con passaggi difficili, certo, ma in montagna è normale!
A Celano, L'Aquila, un amico del CAI ha segnalato a gennaio che una grossa roccia poteva cadere nelle gole sottostanti, dove passa un sentiero molto trafficato. Il sindaco ha subito chiuso le gole a tutti. Ha poi provveduto a mettere in sicurezza la roccia? No.
In entrambi i casi i sentieri ora sono chiusi. I sindaci si sono deresponsabilizzati. Sentieri frequentati da centinaia di anni non possono più essere percorsi, sebbene in montagna la responsabilità sia sempre stata individuale, sebbene chi frequenti la montagna sappia che la montagna è pericolosa e vada affrontata con prudenza. Di questo passo vieteranno tutto, sentieri, arrampicate, ghiacciai. Tutto è potenzialmente pericoloso. E la nostra libertà, dove va a finire? Pian piano, la nostra libertà è sempre più piccola...
 

L'ARMA DEL VERO AMORE
Pubblicato dalla casa editrice Terra Nuova, la stessa che pubblica la bella rivista omonima, è uscito un libro veramente interessante, l'autobiografia di una donna che ha dedicato tutta la sua vita ad aiutare gli altri. Sister Chan Khong è una monaca vietnamita, che fin da giovane ha sentito di doversi dedicare agli altri. E nel Vietnam conflittuale degli anni '60 ha conosciuto Thich Nhat Hanh, il maestro zen che a poco più di 30 anni già influenzava molti giovani con le sue idee rivoluzionarie. Da allora Sister Chan ha sempre seguito il suo maestro, ne è stata la più fedele collaboratrice, fondando il centro di Plum Village in Francia e il monastero di Deer Park negli Stati Uniti. Ma mentre Thich Nhat Hanh è sempre stato il maestro spirituale, il teorico, il filosofo, lei era donna d'azione, donna impegnata nel sociale, e molto del suo impegno è sempre stato dedicato al fare. Ha lottato con tenacia per i diritti umani, per aiutare i poveri e chi soffre, rischiando in molte occasioni la propria vita.
Libro molto importante perchè ci fa capire come l'impegno sociale diventa un'arma molto potente se sorretto dall'amore, dalla compassione, dalla comprensione anche di chi la pensa diversamente da noi.
Noi occidentali continuiamo a fare questo errore, cioè a tener separato (dualismo) impegno sociale e ricerca spirituale, Sister Chan ci insegna un metodo diverso, che si rivela vincente.
Il libro è anche di riflesso una biografia di Thich Nath Hanh, una delle figure più rappresentative del Buddhismo nel mondo, apprezzato e amato da persone di ogni cammino spirituale.
Consigliato a uomini e donne che vogliono cambiare il mondo senza violenze di alcun genere, conciliando impegno sociale e pratica di consapevolezza e presenza mentale.
Sister Chan Khong "L'arma del vero amore", Terra Nuova Edizioni, 2009, 14 euro
 

ANALISI SULLO STATO DEL DEEP WALKING
Di ritorno dai due viaggi in Sardegna e a Creta, ecco una piccola analisi sullo stato del Deep Walking o Cammino profondo a poco più di un anno dalla sua nascita. Possiamo affermare che il Cammino Profondo è già una realtà nel panorama del camminare in Italia. Due viaggi completi, vissuti con entusiasmo dai partecipanti. L'età media è più giovane di quella di altri viaggi, e questa è una bella speranza per il futuro. Il viaggio in Sardegna ha avuto tempi lenti e la possibilità di provare vari esercizi, quello a Creta un po' meno. Ma la cosa interessante è che nel momento finale di condivisione a Creta alcuni hanno condiviso che avrebbero preferito più momenti di introspezione, di silenzio, di meditazione; mentre altri, che all'inzio erano preoccupati che la parte introspettiva del viaggio fosse eccessiva, non hanno sofferto una cosa che non sentivano ancora propria. Questo è il valore di una proposta leggera, che tiene conto degli stati d'animo del gruppo stesso, senza imporre niente. Se la guida vede che c'è il clima, e si crea il momento giusto, introduce stimoli di consapevolezza e presenza mentale, se invece il clima è diverso, rimanda. Nello spirito della libertà, che il Cammino Profondo ha.
Prossimo viaggio sarà "Corsica Sud", dal 9 al 20 Agosto. Un viaggio impegnativo, riservato a buoni camminatori, il peso dello zaino è sui 15 kg, si dorme in tenda, ci si lava nei torrenti di montagna, si vive in libertà per 10 giorni, e il Cammino Profondo sarà il valore aggiunto per costringerci a rallentare, iniziando la mattina con un momento di esercizi in silenzio, e aggiungendo al nostro camminare qualche pausa dal parlare e dal pensare. Viaggio straordinario, perchè la natura della Corsica è carica di energia, e noi saremo natura nella natura. Programma dettagliato: http://www.deepwalking.org/04_corsica_liberta.php
 

I BAMBINI SENZA NATURA
Nel 2006 Richard Louv scrisse un libro, "L'ultimo bambino dei boschi" (Rizzoli), in cui lanciava l'allarme su quello che è stato definito "disordine da deficit di natura". Non si tratta di una vera e propria patologia, ma di una condizione di malessere legata agli scarsi contatti con la natura dei bambini di oggi. Disturbi dell'attenzione, svogliatezza, ansia, piccole fobie e obesità le conseguenze. Ecco che in California è nato un movimento chiamato "ecopsicologia", formato da psicologi, counselor e guide naturalistiche con l'obiettivo di curare questo deficit riportando bambini (e adulti) in natura. Ben vengano dunque iniziative come gli asili e le scuole nel bosco, le scuole in fattoria, i genitori che si organizzano tra loro per portare i loro figli insieme in momenti educativi nella natura.
Anche noi, nel nostro piccolo, creando il Bimbotrek, andiamo in quella direzione: settimane in cui i bambini lasciano a casa playstation e cellulari, e giocano e camminano e imparano e vivono insieme, in compagnia di un animale, l'asino, che di per sè è il miglior maestro e il miglior amico che un bambino possa desiderare. Il progetto Bimbotrek nasce dall'esperienza multidisciplinare di Massimo Montanari, Luca Gianotti e Fabiana Mapelli: bimbotrek.boscaglia.it
 

TORNANDO DALLA SARDEGNA CAMMINO PROFONDO
Condivido con voi alcune impressioni a caldo che ho trascritto sul treno da Roma a casa. In quel viaggio i pensieri che avevo più volte cercato di allontanare durante il cammino, se n’erano di colpo andati tutti assieme, per lasciare affiorare nitide sensazioni e sentimenti.
Andrea S.

11 aprile 2010
tornando dalla Sardegna:

Sacra unione tra l’uomo e la terra
io, figlio ed abitante
onore e gratitudine a terra, cielo e mare
io sono il corpo, inaspettata fonte di sostegno, vero punto di unione con il cosmo

sapore di rosmarino, odori di genziana, macchia e cespugli
colori ogni dove
ciclamini, licheni, muschio
ginepro, unico e forte
verde inaspettato

placidi maiali
onde, grotte, girini miracolati
l’onore di un improvviso "in sos muntonarzos...",
chiamato accanto per "no potho reposare":
gioia e comunione

inspirare un sì, espirare grazie
Luca: guida, compagno, sensei
intelligenza nella pancia, l’arte delle emozioni
mettersi in gioco totalmente, nel viaggio, nel cammino

nel cammino, nessun "da fare", nessun dovere
solo possibilità di presente
doni di vita
sguardo di bambino, potere dello sciamano

profonda voglia di armonia e presenza
mare freddo, ma entro lo stesso
gratitudine per ogni incontro
vicinanza, sostegno e comunione coi compagni di viaggio

due volte ho visto l’asfalto, e non l’ho riconosciuto
data e ora non avevano più senso
sebadas, culurgiones, malloreddus, porceddu,
fantastiche verdure, pecorino, latte di capra
cagnolini delle fiabe, micio affettuoso nell’ovile di un bacu

le codule maestose
sos pinnettos
pietre e fiori
160 km da Olbia... ai confini del mondo
alla fine del viaggio, il dono del silenzio
 

*** Appuntamenti nella natura e nel naturale ***
 

ORTO E GIARDINO BIODINAMICO ON LINE
Vi segnaliamo un blog di agricoltura biodinamica. Si trova sul sito www.valorealimentare.it , è curato da Paolo Pistis, troverete una rubrica di orto e giardino, basterà cliccare su "continua..." ed avrete i consigli tecnici agricoli di biodinamica per orto, giardino
e frutteto familiare.
In ogni articolo vengono descritte le tecniche agronomiche più importanti da eseguire; vengono segnalati i giorni più propizi del calendario biodinamico; vengono indicati i momenti ottimali per l'uso dei preparati biodinamici; inoltre sono indicati i mezzi di controllo dei parassiti più comuni.
 

MEDITAZIONE E' AZIONE

Mi fermo a guardare la mia ciotola.
Di che cosa sono pieno?
Libero lo specchio della mente
dalla polvere dei suoi fantasmi.
Dalla retta visione nascono
retti pensieri
rette parole
rette azioni

Dal 28 al 30 maggio ritiro di pratica e meditazione con Adriana Rocco a Firenze, Monastero di Monte Senario. Arrivo: venerdi ore 18.
Partenza: domenica ore 15. Il contributo di 110 euro comprende l'insegnamento e vitto e alloggio in camere singole nella foresteria del monastero. Il Monastero di Monte Senario, il monte dei Sette Santi, e’ luogo sacro di pellegrinaggio  (a 15 km dal centro di Firenze).
Adriana Rocco dedica la sua vita a condividere l’esperienza del cammino di educazione alla salute e alla pace per la guarigione di sé e della relazione con gli altri. Il programma di formazione permanente a una vita consapevole, "Il Corpo che Medita",  coniuga la scienza della mente codificata da Patanjali negli Yoga-Sutra, e a lei trasmessa da T.K.V. Desikachar, e il Buddhismo Impegnato di Thich Nhat Hanh, nel cui lignaggio e’ Dharmacharya.
Info e prenotazioni: adrianarocco@alice.it; tel. 055 2312536
 

PASSOPAROLA A BERCETO
Il Festival del cammino "Passoparola" si terrà quest'anno dall'11 al 13 giugno, come sempre a Berceto (PR). Conferenze, concerti, camminate meditative e di nordic walking, mostre, bancarelle per le vie del paese. Tra le varie iniziative segnaliamo:
Venerdì 11 giugno ore 18.30 UNA SCELTA DI VITA: CAMMINARE COME PROFESSIONE
Si può trasformare la propria passione per il camminare in attività professionale? Consigli e strade possibili raccontate di chi lavora camminando. Interverranno Luca Gianotti (guida), Riccardo Carnovalini (camminatore e fotografo), Alberto Conte (consulente e rilevatore di sentieri).
Sabato 12 al pomeriggio (e domenica 13 mattina) Massimo Montanari e i suoi asini in ASINO CHI LEGGE, biblioteca viaggiante per bambini; ore 18 l'alpinista Fausto De Stefani in MONTAGNA DI SOLIDARIETA'.
Domenica 13 laboratorio di scrittura di viaggio con Claudio Visentin; Marcello Fini presenta Italica 150; segue concerto di musica occitana.
Programma completo e iscrizione: www.passoparola.it
 
 

FESTA DELLA TERRA AI SASSI DI ROCCAMALATINA
"Equilibri naturali - Ecopsicologia nei Parchi" è un progetto sperimentale di applicazioni pratiche dell’Ecopsicologia finanziato dalla Regione Emilia-Romagna nell'ambito del bando 2009-2010 per l'Educazione Ambientale nelle AAPP, che ha dato vita - dopo un percorso formativo in ecopsicologia degli operatori di 4 Parchi emiliani - alla Festa della Terra, il 30 maggio, e a un vademecum, "Pianeta Verde", 28 pagine con esercizi in natura, da fare da soli, con amici e in famiglia, con annessa una "guida per coltivare relazioni ecologiche" (scritto dall'ecopsicologa Marcela Danon). Verrà distribuito gratuitamente alla Festa.
Una festa, dedicata a grandi e piccini, con un ricco programma di appuntamenti - passeggiate, convegni, giochi, laboratori - dedicati alla riscoperta e all'incontro col mondo, dentro e fuori di noi. Le attività saranno condotte dalle guide del Parco che hanno ricevuto
una formazione in ecopsicologia, abili nel guidarci in un esperienza di maggior apertura e percezione. La cornice della festa è il Parco dei Sassi di Roccamalatina, in Provincia di Modena. L'iniziativa è organizzata in collaborazione con la Scuola di Ecopsicologia.
Programma della festa: www.ecopsicologia.it/Festa_Parco_Sassi.pdf
 
 

DAVIDE SAPIENZA VI ACCOMPAGNA LEGGENDO IL SUO LIBRO
Davide Sapienza organizza un trekking letterario pubblico, lungo il torrente Ogna che nasce sotto la Presolana e scorre nella Valzurio.  Domenica 30 maggio  la mattina sara' dedicata a questa passeggiata letteraria ma il pomeriggio si passera' dal territorio di Rovetta a quello di Songavazzo, alla Baitella, dove assieme a Francesco Garolfi daranno vita alla prima e per ora unica reading musicale de "La strada era l'acqua", il nuovo libro di Sapienza. La camminata e' una cosa tranquilla di due ore in salita (su sentiero lungo il torrente) e una bella ora in discesa (lungo strada sterrata), i dettagli sono qui: www.davidesapienza.net , e qui potete scaricare la mappa: www.davidesapienza.net/doc/MappaValzurioMoschel.jpg
 
 

FIRMATE PER L'ACQUA DI TUTTI
"Questo è l’anno dell’acqua, l’anno in cui noi italiani dobbiamo decidere se l’acqua sarà merce o diritto fondamentale umano."
Così esordisce padre Alex Zanotelli, missionario comboniano da anni impegnato per il riconoscimento dei diritti umani, in Africa prima e in Italia oggi, dove vive e lavora.
Sabato 24 aprile è iniziata la raccolta firme per il Referendum abrogativo della Legge Ronchi che, dal novembre 2009 ha privatizzato i rubinetti d'Italia: "Una sconfitta della politica e una la vittoria dei potentati economico-finanziari - afferma padre Alex nel suo ultimo appello - è la vittoria del mercato, la mercificazione della creatura più sacra che abbiamo: sorella acqua".
La campagna referendaria è stata lanciata il 22 marzo dal Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua con l'obiettivo di raccogliere circa seicentomila firme fra aprile e luglio 2010.
Zanotelli ha scritto un libro sull'argomento, "Giù le mani dall'acqua", EMI, 64 pag. , 4,5 euro.
 
 

*** lettere ***

Caro Luca,
sono Lucia, ti ricordi di me tra le migliaia di compagni di cammino?
Io ricordo una delle prime uscite in compagnia con mia madre Simonetta, dove tu eri la guida e forse non c'era ancora La Boscaglia, e da allora anche se da un pò di anni gli eventi della vita non mi permettono di partecipare, mi divoro tutti i vostri programmi e sogno..
Anche se non partecipo fisicamente e non mi faccio sentire io ci sono!
Mi è difficile trovare le parole per esprimere quello che hai dato, potrei risultare patetica o ruffiana.
E' certo che con la tua attività ai reso il mondo migliore ed è bello pensare che in questo mondo così difficile, menefreghista, egoista, finto ci sia un'isola felice che hai creato tu dove ci si riappropria della nostra umanità. Non togliermi questa utopia.
Grazie  per tutto quello che hai fatto, ma sopratutto per tutto  quello che farai!
Un forte abbraccio telematico e ti sono vicina con il cuore. Lucia
 

Da pochi mesi leggo le vostre mail, cerco sempre di dedicare i migliori momenti liberi per leggerle lentamente e sognare di camminare con Voi. Grazie per i consigli, le frasi che mi imprimono una notevole carica anche nel quotidiano.
Sono un camminatore e un cicloturista che assapora la lentezza e le meraviglie della natura.
Vi chiedo di continuare a scrivere per me e per tutti quelli che leggendo le vostre parole ameranno la Vita, e potranno sognare, e, credere nella bellezza dei propri sogni.
Grazie, Pietro.
"Chi non è un po' atleta, trascina stancamente nella vita il corpo di un altro".
 

Redazione e copyleft: Luca Gianotti.
Con il contributo di: Gianluca Bonazzi
--------------------------------------------------------------------------------
 
Ricevi questa newsletter perché il tuo indirizzo si trova nella mailing list del Deep Walking-Cammimo profondo. Assicuriamo che i tuoi dati sono trattati con estrema riservatezza e non vengono divulgati. Le nostre informative sono comunicate individualmente anche se trattate con l'ausilio di spedizioni collettive. In ogni momento ti puoi cancellare dalla lista, adoperando l'apposita funzione qui di seguito o chiedendoci di farlo noi per te.

Per iscriversi o cancellarsi dalla nostra newsletter:
www.deepwalking.org/cammino/subscribe.htm

PER SCRIVERCI
luca@camminoprofondo.it


AMICI: